Intervista a Rossana Platone

Martedì sera, in una delle serate più calde e afose che ricordo, abbiamo intervistato Rossana Platone, docente universitaria e studiosa di letteratura russa, nata a Mosca nel 1931. È da anni amica di Pasquale e io la conobbi durante le mie ricerche sulla guerra di Spagna. È la figlia di Felice Platone, dirigente del partito comunista, che ha combattuto in Spagna dal 1937 al 1938 come capo di stato maggiore della XII Brigata Garibaldi, coinvolto quindi nelle battaglie di Brunete, di Huesca e alla ritirata di Caspe all’Ebro (marzo 1938), nota anche come prima battaglia dell’Ebro.

Rossana ci ha raccontato la vita di un uomo che ha attraversato guerre e partecipato di momenti storici sin dalla giovinezza: la prima guerra mondiale, poi gli anni di Torino, dove nasce il sodalizio con Antonio Gramsci e collabora al giornale Ordine Nuovo, la fondazione del PCI al congresso di Livorno del 1921, poi la clandestinità, Zurigo, Parigi e infine l’arrivo a Mosca. E ancora la guerra di Spagna, la resistenza in Francia, passando per un periodo di detenzione, e ancora la resistenza in Italia, raggiunta passando le Alpi a piedi, il lavoro sui Quaderni dal carcere di Gramsci. Ma Rossana ci ha anche fatto intravedere la storia di una famiglia, di una donna che mantiene la famiglia quando il marito è in clandestinità, di due bambini che per anni non vedono il padre. Un padre che pochi anni dopo la fine della guerra, nel 1955, si ammala e muore prematuramente. Un padre piemontese che parlava poco degli anni della guerra, delle scelte politiche, che forse cercava nella famiglia il rifugio da una vita pubblica che gli ha chiesto molto.

Era l’innesco del nostro viaggio, così ci siamo detti. Siamo in cerca di punti di contatto, di intrecci tra le storie, di connessioni. Per uno strano caso tutti e tre i nostri testimoni hanno combattuto in Spagna a fianco degli italiani ma uno in particolare, Antoine Pinol, proprio nella XII Brigata Garibaldi, quando Felice Platone ne era il capo di stato maggiore. Avremo qualcosa da riportare a Rossana al nostro ritorno a Roma?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...